Auto ibride: cosa c’è da sapere

ragazza-tocca-portiera-propria-auto-audi-davanti-casa

Fino a qualche tempo quando arrivava il momento di acquistare una nuova macchina le opzioni relative all’alimentazione erano principalmente due: benzina o diesel. Oggi la situazione è decisamente cambiata, grazie all’arrivo di un gran numero di modelli di auto ibride plug in e di vetture completamente elettriche.

Le auto ibride hanno caratteristiche che le rendono molto interessanti, e sono una valida soluzione per chi vuole rendere più sostenibili i propri spostamenti. Se volete saperne di più su questi veicoli siete nel posto giusto. Continuate a leggere per scoprire tutti i vantaggi di questi innovativi modelli.

Come funzionano le macchine ibride

Le macchine ibride hanno al loro interno due motori che sono stati progettati per funzionare in sinergia. Uno è un classico motore alimentato dal carburante, mentre l’altro è un moderno motore elettrico, messo in movimento da una batteria agli ioni di litio.

L’obiettivo è quello di arrivare a ridurre i consumi il più possibile, ottenendo un forte risparmio rispetto alle vetture alimentate solo dalla benzina o dal diesel. In più la riduzione dei consumi si traduce anche in una minore emissione di gas di scarico, consentendo agli automobilisti di ridurre l’inquinamento provocato dal traffico automobilistico.

Non esiste un’unica tecnologia ibrida. Al momento dell’acquisto ci si può trovare davanti a modelli mild hybrid, full hybrid e hybrid plug-in. Ogni tipologia di motore ha i suoi pregi, e oggi la tecnologia più apprezzata e diffusa è quella hybrid plug-in, perché consente di diminuire di molto i consumi garantendo al tempo stesso ottime prestazioni.

Una caratteristica da tenere in considerazione è la possibilità di continuare a muoversi usando unicamente il motore alimentato a carburante, anche con la batteria del motore elettrico completamente scarica.

Numerosi vantaggi

A parità di chilometri percorsi le auto ibride consumano meno rispetto alle auto a benzina a cui siamo abituati. Già dopo qualche settimana ci si può rendere conto della differenza. Ciò che molti non sanno è che i vantaggi non finiscono qua.

Al momento di comprare la macchina è possibile accedere a specifiche forme di incentivi economici. Gli ecobonus sono messi a disposizione dagli enti pubblici con lo scopo di spingere gli automobilisti ad acquistare veicoli il più possibile eco-friendly, come nel caso dei modelli ibridi. Il valore è variabile, e attraverso le istituzioni potete saperne di più sulla disponibilità e sulle pratiche da eseguire. Grazie a questi ecobonus comprare una vettura ibrida potrebbe rivelarsi davvero conveniente.

Ogni regione ha emesso specifiche norme relative al pagamento del bollo auto da parte dei proprietari di auto ibride. Tramite il sito di ACI potete controllare le norme di riferimento della vostra regione.

A livello locale diversi comuni consentono a questi modelli di auto di parcheggiare liberamente sui posti blu senza pagare nulla. Prima di incorrere in sanzioni è preferibile consultare le istituzioni locali e verificare la presenza di tali norme.

Il momento di un test drive

Se non avete avuto modo di provare in prima persona un’auto ibrida questo potrebbe essere il momento giusto. Molte concessionarie consentono di guidare le loro automobili attraverso dei test drive.

Durante una di queste prove di guida l’obiettivo è quello di valutare quali sono le reali prestazioni del mezzo, oltre a testare e analizzare le sue differenti funzionalità. Dopo qualche minuto alla guida dell’auto scoprirete che molti dubbi si saranno già chiariti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *